Sesso e Psiche,  Sessualità

10 cose da non dire a letto

La sottile linea che c’è tra un rapporto sessuale soddisfacente, e uno che rimarrà una barzelletta da raccontarsi tra amici e amiche, è piuttosto sottile. Ci sono alcune frasi o atteggiamenti che durante il sesso possono smontare ogni libido, tali da far ammosciare anche il Big Ben e prosciugare le maree.

Non sempre chi le dice o mette in atto certi comportamenti durante e/o dopo l’atto, lo fa con l’intenzione di offendere. La maggior parte delle volte è timidezza e imbarazzo, che vengono mascherate con battutine e domande sciocche che non hanno alcun senso in quel momento.

Vediamo dunque le:

10 cose che non si dovrebbero dire a letto:

1. “Vai così Cristi… Emma, volevo dire Emma”

Sbagliare nome è qualcosa che può capitare, ma se lo facciamo all’interno di una relazione di tipo amoroso, peggio ancora, mentre si è in un momento molto intimo qual’è il sesso, il risultato può essere catastrofico! Nel dubbio meglio non dire niente!


2. “Puoi fidarti di me, lo facciamo senza?”

Frase probabilmente detta da qualche uomo pieno di sé (e già solo per questo non gli si dovrebbe dare ascolto).
Conta poco se loro sanno stare attenti, il ciclo mestruale e le fasi del ciclo le conosce solo la donna interessata.
Oltretutto, non penso serva che io aggiunga, che oltre a una gravidanza indesiderata c’è il rischio di contrarre qualche brutta malattia.


3. “Oh si scop**i

Le volgarità a letto non piacciono a tutti; è quindi buona prassi indagare con l’altra persona se è un qualcosa che eccita, oppure tutto il contrario. Evitate di “tentare” questa strada per vedere come la prende. Sul momento una persona può tacere per educazione o per stato di shock; ma rischiate di provocare del disagio e che poi si dia al ghosting.

4. “Ora infilo il mio pisellino nella tua passerina….”

L’uso improprio di termini, per riferirsi ai propri genitali, mi fa proprio accapponare la pelle! Non lo sopporto in generale e penso che a chiunque, in quei momenti, faccia passare la voglia. Se uniamo poi la frase ad una vocina da bambini, il fallimento è sicuramente dietro l’angolo.

5. “Ma abbiamo già iniziato? Non sento niente”

Far sentire un uomo poco vigoroso, in quei momenti, è una pugnalata al cuore e al loro ego. L’argomento pene e dimensioni è davvero delicato ed è meglio tacere se non si vuol concludere la serata con un pugno di mosche in mano. Qualunque commento (denigrante) è da evitare come la peste.

6. “Dopo vado a farmi la manicure”

Altro aspetto poco gradito, è l’uscirsene con frasi che non hanno nulla a che fare con l’atto in sé. Che sia durante o dopo non conta; sapere che l’altra persona sta pensando ad altro, invece di godersi quel momento con te, è un qualcosa che nessuno apprezza volentieri.

7. “Ti va se facciamo la 69?”

Il comando per il cambio posizione è un qualcosa, ho notato, che non piace praticamente a nessuno. Si sa, all’inizio non è semplice avere quella confidenza tale da capirsi al volo; però, non è neanche molto gradito il comando come fossimo dei Marines. Meglio tenersi sul semplice per le prime volte e, con il tempo, se la cosa proseguirà, si arriverà a quel tipo di intesa dove non c’è bisogno di usare molte parole.

8. “Ti sta piacendo? Sei venuta?”

Frase detestata da ogni donna sulla faccia della terra. Fa trasparire l’insicurezza dell’altra persona. Per alcune donne è più difficile raggiungere l’orgasmo, e se ci sentiamo sotto esame rischia di diventare quasi impossibile, nonché molto frustrante. Credetemi, se una donna viene, ve lo farà capire!

9. “Il/la mio/a ex riusciva a farmi venire solo toccandomi il ginocchio”

Una frase così: fa venir voglia di alzarsi, uscire dalla stanza e non tornare mai più! Mai fare paragoni con gli ex, sia nella relazione sentimentale, sia in quella sessuale.
Al di là che il sesso è diverso a seconda della persona che abbiamo di fronte; fare paragoni è sempre visto come di cattivo gusto e la morte dell’ego, sia maschile che femminile.

10. “…”

Il mutismo prima, durante e dopo può “uccidere” anche il/la più abile degli/lle amanti. Se pensavate che la soluzione ai punti qui sopra fosse stare zitti, siete in errore.
Far sentire che ci siete, che vi piace, crea enfasi e intimità e, sicuramente, non abbatte l’altra persona.


Voglio aggiungere però, e rassicurare chi è “caduto” in uno di questi comuni errori, che quando parliamo di sesso non c’è mai un giusto o sbagliato. 

Non esistono delle regole assolute.

Una frase cambia significato a seconda del momento, del contesto e dalla persona che la pronuncia. Può essere mal interpretata e causare litigio.

La differenza la fa anche il carattere personale di ognuno di noi. Qualcuno per natura è più espansivo e ironico, altri invece nascondono la propria insicurezza dietro a un eccesso di permalosità. Anche il rapporto di fiducia che abbiamo con l’altra persona può cambiare molto la percezione di una frase. Il sesso rimane una parte della vita dell’essere umano che ha un notevole impatto e importanza, sia a livello personale che a livello sociale. 

close

Ciao a tutti io sono Lisa e sono un educatrice e consulente sessuale, o come mi piace definirmi "Sex Blogger". Mi piace parlare di sesso, psiche e relazioni in maniera libera e serena. Parlare di sesso non è mai stato così facile.

Leave a Reply