Movember, prendersi cura di sé

baffi movimento movember

Forse in questo mese avrete notato qualcuno tra i vostri amici e conoscenti che ha deciso improvvisamente di farsi crescere i baffi; non è la moda del momento, molto probabilmente sta partecipando al Movember!

L’iniziativa  denominata movember, contrazione delle parole Moustache (baffi) e november, è nata nel 2003 in Australia e successivamente si è diffusa in tutto il mondo.

Durante questo periodo chi partecipa a questo movimento si impegna, facendosi crescere i baffi o, per le donne disegnandoli, a diffondere la consapevolezza sui tumori alla prostata e ai testicoli.

Il tumore al testicolo

Il tumore dei testicoli colpisce i maschi maggiormente nella fascia di età tra i 15 e i 40 anni; è più frequentemente nel testicolo destro, ma in alcuni casi può presentarsi in entrambi.

La diagnosi si fa con la visita clinica (palpazione del testicolo) e successivamente con l’ecografia. In caso di conferma si dovrà andare incontro all’intervento chirurgico di rimozione (orchiectomia) al quale potranno seguire cicli di chemioterapia e/o radioterapia.

Come in tutte le neoplasie, anche nel caso del tumore al testicolo, è importantissima la prevenzione per una diagnosi precoce. A tal proposito è utile una regolare autopalpazione dei testicoli che andrebbe fatta almeno ogni mese.

La prevenzione è importante: l’Autopalpazione
testicoli maschili

Eseguire l’autopalpazione è molto semplice ed alla portata di tutti: il momento ideale per eseguirla è dopo una doccia o un bagno caldo perché la pelle è rilassata ed è più facile sentire se c’è qualcosa di diverso dal solito. Inoltre sarebbe meglio mettersi di fronte a uno specchio per cogliere anche con l’occhio la presenza di tumefazioni sospette.

  • Esaminate prima un testicolo alla volta;
  • Con delicatezza e, usando entrambe le mani, tenete indice e medio dietro il testicolo e i pollici appoggiati sul davanti;
  • Fate scorrere con piccoli delicati movimenti circolari esplorando tutta la superficie del testicolo;
  • Non si deve avvertire dolore e il testicolo deve risultare liscio e compatto;
  • Nel caso di rigonfiamenti duri, perdita di volume, sensazione di pesantezza nello scroto o comunque se si hanno sospetti è bene rivolgersi subito a un medico che eventualmente prescriverà un ecografia.

Il tumore alla prostata

Scopo del movember è anche sensibilizzare contro il tumore alla prostata che colpisce gli uomini generalmente dai 40 anni in su. Il carcinoma della prostata è uno dei tumori più diffusi nella popolazione maschile e rappresenta circa il 20% di tutti i tumori diagnosticati nell’uomo: le stime, relative all’anno 2017, parlano di 34.800 nuovi casi all’anno, dato che sembra essere in costante aumento. 

organo genitale maschile interno prostata

Poiché nelle fasi iniziali questo tumore è asintomatico, l’unico modo per diagnosticarlo è recarsi regolarmente dal proprio medico per eseguire un esame prostatico (esplorazione rettale), esami del sangue (controllo del PSA) ed una eventuale ecografia.

Prevenzione = Cura di sé

Il movimento è importante perché aiuta ad aumentare la consapevolezza nella popolazione maschile over 40 sulla necessità di eseguire una visita urologica e andrologica annuale, che potrà riscontrare problematiche nella fase più precoce, e quindi, anche la più curabile.

Approfitta anche tu del movember e, se non l’hai fatto, dedica qualche minuto a te stesso prendendoti cura della tua salute: esegui l’autopalpazione dei testicoli e prenota una visita di controllo con il tuo medico.

Si tratta di piccoli gesti che possono fare la differenza!

Grazie per aver letto fino a qui. Ti invito a iscriverti alla newsletter e a seguire LisaSaySex sui social per non perdere i prossimi post, baci!

close

Sono un medico con specializzazione in malattie infettive e tropicali. Tra gli ambiti di mio interesse c'è la prevenzione e cura delle malattie sessualmente trasmissibili. In questo blog curo la parte scientifica allo scopo di fornire informazioni precise e chiare per tutti.