donna che guarda i fuochi d'artificio

L’Orgasmo lo possiamo avere tutti!

Oggi, in onore della Giornata Mondiale dell’Orgasmo che si terrà tra il 21 e il 22 dicembre, affrontiamo un argomento piuttosto spinoso; spinoso perché non c’è una vera e propria risposta corretta. Il raggiungimento o meno dell’orgasmo (sia maschile che femminile) dipende da tanti fattori: interni a noi (quindi il vissuto di ogni singolo individuo); ed esterni a noi (ciò che ci “gira” attorno, ci influenza, ci modella e ci stimola).

donna che prova piacere

Se avete aperto questo articolo pensando che vi dicessi cosa e come fare per far ottenere l’orgasmo al/alla partner, rimarrete tutti un po’ delusi. Se speravate in una serie di regole base, da poter utilizzare tutte le volte che se ne presenta l’occasione, in modo standard senza pensarci e impegnarsi troppo, avete sbagliato articolo.

Sebbene sia vero che ci siano delle particolarità che appartengono in modo generale agli uomini e alle donne; è anche vero che ognuno di noi (come vi dico sempre) è un mondo a parte.

Non si può sperare che i rapporti umani, di qualunque natura siano, possano essere spiegati e dettati come fossero un manuale di istruzioni per l’istallazione del nuovo software.

Cos’è l’orgasmo

A livello fisico è una serie di contrazioni muscolari che riguardano in modo concentrato la zona genitale. Nelle scorse settimane abbiamo visto che ci sono alcune differenze per quanto riguarda il raggiungimento dell’orgasmo femminile e l’orgasmo maschile; tuttavia, questi spasmi, non rimangono fermi alla zona genitale ma si irradiano lungo tutto il corpo, fino alle estremità, lasciando una sensazione di spossatezza e benessere che non ha eguali.

uomo che prova piacere

Esso, però, ha bisogno anche di una forte componente psicologica per funzionare; e questa è la parte più complicata della giostra. Ognuno di noi ha bisogno di un certo grado di confidenza con sé stess* e con il/la partner. In quel momento, durante l’orgasmo, perdiamo il controllo di noi stessi per qualche istante; ecco perché non è sempre facile raggiungerlo con tutti e non ha lo stesso grado di intensità.

Se l’orgasmo è così bello e ambito da tutti un motivo ci sarà: la natura non fa nulla a caso e, questo è il suo modo per invogliare noi esseri umani a continuare a fare sesso quanto più possibile.

Tuttavia, per quanto sia magnifico per chi ha familiarità con esso; può anche essere un avversario meschino per chi non ha ancora raggiunto tale nirvana. Le ragioni di possono arrivare da varie fonti e, a meno che non sia qualcosa di passeggero, sarebbe sempre bene rivolgersi a qualche professionista della sessualità.

Un assolo per sé stessi

shop di lisasaysex su amazon
clicca sulla foto per lo shop di LisaSaySex

Chi mi segue da anni avrà la nausea a sentirmi ripetere per l’ennesima volta questo concetto; abbiate pazienza miei cari, ma lo sapete anche voi, non si può pensare che qualcun altro conosca il nostro corpo meglio di noi. L’unico modo per fare questo è trovare il proprio spazio e dimensione e dedicarsi all’autoerotismo.

Non dev’essere un obbligo, sia chiaro, ma per chi ha problemi a raggiungere l’orgasmo, da sol* o in coppia, lo raccomando caldamente.

Anche la masturbazione ha un suo mondo e potete sbizzarrirvi come volete: la natura ci ha fornito delle mani da cui iniziare. L’essere umano ha poi contribuito inventando oggetti sempre più interessanti per arrivare al piacere; c’è solo l’imbarazzo della scelta.

A proposito lo sai che su Amazon c’è il mio personale shop dove puoi trovare tanti giochi divertenti per i tuoi assoli.

Usiamo la mente… e il corpo

Arriviamo al fulcro dell’articolo e cerchiamo di capire come possiamo raggiungere l’orgasmo in coppia.

Che siate una coppia di anni o di pochi giorni, non ha importanza. Ci può essere sintonia e chimica anche in due perfetti sconosciuti. Ovvio che se conosciamo bene una persona è più facile… ma non è detto!

Ecco dunque le mie 5 regole che possono far arrivare allo scalino più ambito.

1) Comunicazione

Talvolta viene sottovalutato il potere della comunicazione. Per vergogna, tabù, paura di offendere o chissà cos’altro ci hanno messo in testa, spesso non diciamo cosa o come vorremmo sia fatta una certa cosa a letto. Dire chiaramente una cosa o farla intendere a gesti o suoni (es. durante l’atto una presa più vigorosa o un’espressione vocale più colorita).

Che siate all’inizio di una relazione, o stiate insieme da anni, non perdete la buona abitudine di esprimere preferenze e desideri del momento; proporre qualcosa di nuovo può solo che fare bene al rapporto. Sia chiaro che è lecito dire di no se una cosa non è gradita in quel momento o in generale.

2) Seguite la corrente dei vostri desideri

Durante il corso della vita le nostre fantasie e desideri cambiano: si possono ampliare, modificare, ridurre; alcune cose che ad una certa età piacevano, ora non piacciono più. Non preoccupatevi, è un processo del tutto naturale perché il cambiamento è naturale per tutti noi e in vari aspetti della vita.

Ecco perché il punto 1) è così importante: se cambiano le vostre fantasie, cambiano anche quelle del partner, ed è quindi giusto seguire questa corrente dei desideri senza ancorarsi a situazioni del passato.

Seguire i propri desideri, tuttavia, non vuol dire che dobbiamo essere compiaciuti o compiacere tutto ciò che ci viene richiesto: non sentitevi mai obbligati a fare qualcosa. Ma, se qualche volta usciamo dalla nostra comfort zone, potremmo scoprire nuovi lati di noi stessi.

3) Stimola la fantasia

La zona erogena più importante è il cervello. Conoscere centinaia di tecniche non è sufficiente: il sesso è complicità ed istinto, e la componente mentale dell’attrazione è irrinunciabile. 

Giocate con le parole e con piccoli gesti; abbiate pazienza e prendetevi il tempo di giocare e flirtare con l’altra persona.

Ecco che qui la tecnologia ci viene in aiuto: i messaggini o le chiamate possono essere un valido aiuto per flirtare liberamente senza l’ansia che crea la realtà. Si può arrivare anche al sexting, ma attenzione a non esagerare se non conoscete bene l’altra persona, leggete il mio articolo sull’argomento se volete qualche consiglio prezioso.

Una volta raggiunto un certo grado di confidenza il flirt e la seduzione arriverà tranquillamente anche dal vivo: non c’è niente di più erotico e incendiario del sussurrare le parole giuste nel momento giusto.

4) Esplorazione reciproca

Abbiate la calma e la pazienza di esplorare i vostri corpi a vicenda e capirne le reazioni. Le zone erogene sono sparse in tutto il corpo, spetta solo a voi trovarle.

! Non fatevi ingannare da esperienze passate. Se le precedenti esperienze in ambito sessuale possono darci maggior sicurezza a letto; possono anche ingannarci e farci pensare che trovato il modo per far godere una persona, si può far godere tutti. Niente di più sbagliato.

Ogni persona è un universo a sé quindi, resettate e ricominciate; non è forse questa la cosa divertente?

5) Siate sicuri di voi

Come scritto poco fa, indubbiamente la sicurezza viene con il tempo e l’esperienza; ma dovete cercare di prendere sempre più consapevolezza di voi e del vostro potenziale. Prendete ogni esperienza come una sfida dalla quale imparare qualcosa di nuovo e, se si sbaglia, pazienza. La sicurezza a letto crea un certo fascino irresistibile che può dar modo al/alla partner di affidarsi a te.

Tranquilli essere sicuri di sé non vuol dire non sbagliare mai, non essere goffi o fare qualche figuraccia clamorosa. Quelle capitano a tutti e se imparate a riderci sù diventa qualcosa di divertente da ricordare insieme.

! Attenzione però a non sembrare degli/lle spacconi/e Sotuttoio… rischiate l’effetto contrario.

Grazie per aver letto fino a qui. Ti invito a iscriverti alla newsletter e a seguire LisaSaySex sui social per non perdere i prossimi post, baci e buoni orgasmi a tutti!

close

Ciao a tutti io sono Lisa e sono un educatrice e consulente sessuale, o come mi piace definirmi "Sex Blogger". Mi piace parlare di sesso, psiche e relazioni in maniera libera e serena. Parlare di sesso non è mai stato così facile.