una coppia che guarda qualcosa al pc con faccia sorpresa

La vita non è un PORNO, 5 miti da sfatare.

L’accesso ai video porno ormai è facilitata a chiunque, bambini compresi. Essa rappresenta delle immagini o dei video, che nella realtà difficilmente si possono attuare; crea un tipo di illusione che viene facilmente delusa: si rischia che il sesso vero non ecciti più come prima.

C’è qualcosa di reale?

È molto importante saper distinguere tra la finzione e la realtà per riuscire a trarre, quello che secondo me, c’è di positivo nella pornografia. Un buon metodo per tracciare la linea di confine è quello di sfatare i miti: facciamolo dunque, insieme! Vi aiuterà a prendere la pornografia più razionalmente, ad usarla come mezzo di eccitazione e per il piacere personale; niente di più, niente di meno.

1) Uomini sempre eccitati – Donne sempre disponibili

REALTÀ: Non è vero che un uomo è costantemente eccitato. L’eccitazione è una condizione che viene influenzata da molteplici fattori, ogni giorno e in modo diverso: lo studio, il lavoro, la famiglia, l’autostima e l’idea del sé, sono tutti fattori che possono incidere sulla sua (e anche nostra) eccitazione. Se davvero gli uomini pensassero solo al sesso il mondo sarebbe già in mano nostra! D’altro canto, non è nemmeno vero che una donna sia disponibile per fare sesso con chiunque gli si presenti davanti; sappiamo benissimo che nella realtà una persona (indipendentemente dal sesso biologico), ha bisogno di determinati fattori per desiderare, e compiere, un rapporto sessuale. Fosse tutto così rapido e veloce come lo descrivono nei porno, il sesso perderebbe molto del suo fascino e attrattiva.

2) Uomini con peni duri alla prima carezza

REALTÀ: L’erezione maschile non funziona così velocemente, e non si può sperare che ogni volta sia facile come bere un bicchier d’acqua. Me lo confermerete voi uomini, che non sempre si è al meglio della propria prestazione fisica, e non sempre si può dare il 100%. I porno divi si preparano prima di ogni scena e, in alcuni casi, fanno anche uso di sostanze che li aiutano a mantenere l’erezione.

3) Fisici perfetti

REALTÀ: Ormai i gusti stanno cambiando (per fortuna) e in rete si possono trovare filmati hard con qualunque tipo di fisicità; non a caso la categoria amatoriale è tra quelle più seguite. Però, molte volte, gli attori e attrici sono indubbiamente molto bell* da vedere, d’altronde anche gli occhi vogliono la loro parte, no? Questo può portare ad un paragone con il/la protagonista del filmato e, in persone più fragili, può creare anche un complesso di inferiorità.

4) Dimensioni del pene sopra la media

REALTÀ: Il grosso cruccio degli uomini moderni è “Il mio pene è abbastanza?“; sapete già come la penso, ve l’ho descritto in un mio articolo precedente che vi lascio qui. I video pornografici sono il posto peggiore dove cercare un paragone; forse non lo sapete ma gli attori vengono scelti solo se hanno un pene sopra alla media.

5) Donne con orgasmi rapidi, multipli e che si sentono fino alle isole di Vanuatu;

REALTÀ: Se fosse così facile far venire una donna saremmo tutti più felici e contenti. Essendo attrici devono recitare, e si sa, noi donne siamo brave a fingere l’orgasmo se vogliamo. A questo proposito, un gruppo di scienziati ha analizzato i 50 video più visti del noto sito PornHub Dallo studio è emerso che solo il 18,3% delle donne raggiunge con certezza l’orgasmo nella rappresentazione video contro il 78% degli uomini. [Carl Rodrigue & Julie Lavigne 2017]
Nella realtà ogni donna (ogni persona) raggiunge il piacere e l’orgasmo in modo diverso; la persona che hai di fronte (o dietro, o di fianco), è un mondo da scoprire. Se riusciamo ad approcciarci ad essa con una naturale nota di curiosità e umiltà, ciò che ne può uscire è puro piacere!

Guardare i porno è sbagliato?

Dal mio punto di vista, guardarsi ogni tanto un video o delle immagini porno, può aiutare a creare le proprie fantasie e desideri. Possiamo capire in che direzione va la nostra identità sessuale, impariamo nuove tecniche e giochi, capiamo da cosa si è attratti e cosa no, da ciò che vogliamo rimanga fantasia a ciò che vorremmo realmente mettere in atto. Tuttavia, il rischio di approcciarsi ai video porno in giovane età è che si creano falsi miti e vane speranze, soprattutto in giovani menti che non hanno ancora avuto dei veri e propri approcci intimi con un’altra persona. Questo può portare una delusione a ciò che il sesso è nella realtà, e un rifugio sempre più patologico nel virtuale.

Grazie per aver letto fino a qui. Ti invito a iscriverti alla newsletter e a seguirmi sui miei social per non perdere i prossimi post, baci!

close

Ciao a tutti io sono Lisa e sono un educatrice e consulente sessuale, o come mi piace definirmi "Sex Blogger". Mi piace parlare di sesso, psiche e relazioni in maniera libera e serena. Parlare di sesso non è mai stato così facile.